Primo accesso e follow-up delle cardiopatie congenite

Primo accesso e follow-up delle cardiopatie congenite

 

Il primo accesso all’U.O. per neonati e bambini con sospetta cardiopatia congenita o per screening ecgrafico del QT lungo, avviene tramite prenotazione CUP aziendale in base alle priorità stabilite dal pediatra (lettere B,D,P). Le prenotazioni in urgenza (lettere U ) avvengono con presentazione della richiesta (anche tramite fax) direttamente presso l’ unità operativa e verranno espletate nel primo ambulatorio utile.

All’arrivo, il genitore e bambino sono accolti da un infermiere professionale che identifica il  paziente e valuta la corretta compilazione della richiesta. Per i pazienti giunti con carattere di urgenza, l’infermiere assegna un codice di priorità, dopo una prima valutazione dei parametri vitali.

Al reparto afferisce una sala gioco ed una ludoteca dove i volontari dell’associazione “Ti regalo una storia”, intrattengono i bambini prima della visita.

Prima della visita del medico, l’infermiere professionale valuta i parametri vitali (pressione arteriosa e saturazione di ossigeno) ed esegue l’elettrocardiogramma di superficie.

Il Medico a questo punto raccoglie l’anamnesi e la storia clinica, esegue l’esame obiettivo e interpreta l’elettrocardiogramma. Se necessario esegue l’ecocardiografia color Doppler.

Al termine di ogni visita viene consegnato il referto, redatto al computer, riportante l’esito dell’esame e le indicazioni per  eventuale terapia e/o follow-up.

Se necessario programmare un follow-up,  si provvederà, nella stessa sede, a fissare un nuovo controllo.