Test Ergometrico: Informativa

Test Egometrico

Informativa:

ll test ergometrico (TE) è una procedura non invasiva che fornisce informazioni diagnostiche e prognostiche e misura la capacità funzionale in pazienti con cardiopatie congenite in storia naturale o post correzione della cardiopatia.

Il test viene utilizzato anche per lo studio delle aritmie ipocinetiche ed ipercinetiche, delle turbe della conduzione, della sindrome da preeccitazione ventricolare.

Apparecchi utilizzati presso la nostra U.O.:

  • Treadmill (tappeto scorrevole);
    • protocollo utilizzato, Bruce o Bruce modificato.
  • Letto ergometro con ecocardiogramma;
    • protocollo utilizzato, metodo scalare, 25 W ogni 3 minuti.

Durante la prova viene monitorata costantemente l’elettrocardiogramma e misurata frequentemente, ogni tre minuti, la pressione arteriosa: in tal modo è possibile determinare il grado di tolleranza allo sforzo, misurando i carichi di lavoro, e valutare, istante per istante, la presenza o meno di eventuali anomalie.

Ad ogni step di avanzamento viene registrato un ECG completo e misurata la PA. Il test va interrotto per raggiunta frequenza cardiaca massima teorica, per esaurimento muscolare o per comparsa dei criteri d’arresto. L’intensità dei sintomi va rapportata secondo la scala di Borg.

Scala di Borg in decimi: 0 nulla, 0.5 estremamente lieve (appena apprezzabile), 1 molto lieve, 2 lieve, 3 moderato, 4 un po’ forte, 5 forte, 6-7 molto forte, 8-10 estremamente forte, massimo.

L’ECG e la pressione arteriosa nella fase di recupero viene monitorata da un minimo di sei minuto o fino a quando, il medico che sovraintende al TE, lo riterrà necessario.

L’esame ha una durata di circa 15 -20 minuti, alla quale segue un periodo di defaticamento di 3-5 minuti.

RISCHI CORRELATI ALLA PROCEDURA

I rischi legati al test sono molto modesti.

In alcuni casi potrebbe essere indotta una ischemia cardiaca che si manifesterà con la comparsa di dolore toracico, oppure rilevata dal medico all’elettrocardiogramma; solo raramente è richiesta la somministrazione di farmaci per risolvere l’ischemia cardiaca (nitroglicerina s.l.).

Talora si può verificare una marcata riduzione della pressione arteriosa che si accompagna a sintomi quali:

sudorazione e offuscamento della vista

Aritmie, in rarissimi casi pericolose per la vita

 

DURANTE IL TEST SARÀ PRESENTE:

  • il medico cardiologo, competente su appropriatezza delle indicazioni e delle controindicazioni, sui criteri di arresto e sull’identificazione e trattamento delle complicanze
  • un infermiere professionale addestrato anche in ALS e ABLS

Prima di effettuare il test è importante seguire le seguenti norme comportamentali:

  1. da eseguire due-tre ore dopo i pasti principali (consentito un piccolo spuntino a base di carboidrati per evitare un calo glicemico.);
  2. non fumare da almeno 2 ore prima dell’inizio della prova;
  3. non compiere sforzi muscolari di una certa importanza nelle ore precedenti la prova;
  4. presentarsi muniti di pantaloncini, maglietta, scarpe da ginnastica, asciugamani;
  5. portare eventuali elettrocardiogrammi e/o accertamenti cardiologici eseguiti in precedenza.

 

Prima dell’esecuzione dell’esame sarà richiesto il consenso scritto con la sottoscrizione del modulo

Allegato